Contattami al N°: +39 3389210720 Scrivimi a: elenamarastoni@tiscali.it

La Mindfullness

Ti capita spesso di rimuginare? Magari dopo una discussione tendi a ripensare per ore a quello che è successo e che vi siete detti?

La capacità di pensare è un’abilità fantastica dell’essere umano, che ci permette di attivare strategie di problem solving, immaginare scenari futuri o apprendere dalle esperienze passate.

La mente non smette mai di pensare, di giorno offrendoci la capacità di riflettere sulle esperienze che viviamo, presenti passate e future, di notte, attraverso i sogni, in maniera non consapevole, di rielaborare quanto vissuto durante le ore di veglia.

Per la maggior parte del tempo la nostra mente pensa, anche se spesso non ne siamo consapevoli.

Ti sarà capitato mille volte di andare in macchina e pensare a qualcosa, arrivando a destinazione senza nemmeno esserti accorto del tragitto che hai percorso! Eppure eri tu a guidare! Questo accade perché la mente “ci cattura”, lasciando che la nostra attenzione si rivolga in automatico a questi pensieri.

Succede spesso quindi di pensare a qualcosa che non ci va di pensare, ma di non riuscire a togliercelo dalla testa. Ecco, quando i pensieri diventano troppo ricorrenti e li viviamo come negativi, a lungo andare diventano nocivi e ci producono stress.

E’ possibile interrompere questo circolo vizioso? SI, è possibile. Imparando ad esercitare l’attenzione consapevole. Per far questo io utilizzo la mindfulness. La mindfulness è una pratica di meditazione, uno stato mentale di consapevolezza, apertura e concentrazione, capace di dare enormi benefici sul piano sia fisico che psicologico.

Viviamo in una società complessa, dobbiamo in genere occuparci di tanti aspetti contemporaneamente, come lavorare, pensare alla casa, alla famiglia, magari ai figli, alle relazioni sociali, non è facile, e questo spesso genera fatica, stress. Con la mindfulness, pratica validata in ambito clinico, si impara ad accettare quello che c’è, qualsiasi emozione o stato d’animo, senza combatterlo o cercare di cacciarlo, ma con consapevolezza. Si impara a STARE nel qui ed ora e ad ESSERCI, senza anticipare problemi che magari non si presenteranno mai o piangere sul passato, come in genere tendiamo a fare.